Una biblioteca sulla Luna. Il progetto è già (quasi) realtà

Pochi giorni fa la navicella spaziale israeliana di Beresheet si è lanciata verso con un carico di cui nessuno aveva voluto esplicitamente parlare, preferendo formule vaghe come “capsula del tempo” o “patrimonio”. Ora invece le cose sono state chiarite: la piccola sonda lunare trasporta un archivio di 30 milioni di pagine di conoscenza umana inciso in un disco di metallo in formato Dvd, che costituirà un “backup di civiltà” per garantire che i nostri discendenti lontani non perdano mai la saggezza collettiva dell’umanità. A portare a termine il progetto l’organizzazione no-profit Arch Mission Foundation di Los Angeles che sta costruendo un archivio spaziale progettato per sopravvivere per 6 miliardi di anni o più, un milione di volte più lungo dei più antichi documenti scritti esistenti oggi.