La stretta di mano sostituirà il biglietto da visita, grazie all’invenzione di un italiano

 

In futuro, una stretta di mano potrà significare molto di più di un semplice saluto e i tradizionali biglietti da visita potranno essere completamente rimpiazzati da un dispositivo indossabile: c’è un’interessante novità che punta a digitalizzare gli incontri fisici e migliorare lo scambio dei contatti.

Si chiama Airbusinesscard ed è un braccialetto che permette – a chiunque lo indossi – di scambiare informazioni di contatto in tempo reale tra due persone che esercitano una semplice stretta di mano: quando si incontra una nuova persona, ogni partecipante riceve un messaggio di posta elettronica con la fotografia e le informazioni di contatto della persona appena conosciuta; è inoltre prevista la disponibilità di un’app in grado di archiviare un database con tutti i contatti ricevuti.

Dotato di connettività Bluetooth e presa di ricarica tramite Usb, questo dispositivo indossabile sarà l’accessorio perfetto per chi partecipa frequentemente a meeting e conferenze, poiché si rivelerà una soluzione comoda e pratica.

Infatti, come riportato sul sito ufficiale del progetto, partecipando ad una conferenza di circa 100 partecipanti potremmo riuscire a raccogliere circa 50 biglietti da visita e sarebbe un vero problema poter riorganizzare tutti i contatti ma soprattutto avere memoria fotografica dei volti che ce li hanno consegnati, oltre alla possibilità di poter smarrire o danneggiare dei normali biglietti in cartoncino: ma indossando questo braccialetto, il problema verrebbe totalmente superato.

Nato dall’idea del trentacinquenne salentino Mauro Lafico, i “biglietti da visita” Airbusinesscard saranno prodotti dalla società milanese omonima e rilasciati durante il prossimo autunno in una soluzione a noleggio temporaneo per gli eventi di networking, fiere e conferenze.